Inserito il 01 06, 2018

31 maggio 2018 - Assemblea elettiva AIOP Lazio

L'Assemblea elettiva AIOP Lazio ha eletto per la quarta volta e per acclamazione la Dr.ssa Jessica Veronica Faroni. Il Vice Presidente che l'affiancherà sarà il Dr. Massimo Miraglia.

Leggi tutto
Inserito il 20 02, 2018

Roma 19 febbraio 2018 - OMNIROMA

"I controlli fatti in questo modo non creano qualità. Il fine è solo quello di recuperare denaro. È una modalità di controllo vessatoria nei confronti dell'attività delle strutture molte di queste costrette a chiudere perché viene tolto il 700% del fatturato. Si è verificato un comportamento scorretto sia della Regione sia dei controllori e tutto questo ha creato un contenzioso enorme".
Così, in una nota, Jessica Veronica Faroni, presidente Aiop Lazio (Associazione Ospedalità Privata) interviene a sostegno della protesta dei medici riabilitatori contro la verifica retroattiva delle cartelle cliniche dal 2010 "dalla quale risulterebbe che il 90 per cento delle prestazioni di riabilitazione effettuate presso ospedali e cliniche accreditate nel Lazio è incongrua e inappropriata".
"Aiop - aggiunge - ha cercato, per un anno e mezzo, di affrontare il problema con la Regione facendo tavoli tecnici che non sono serviti. Purtroppo ci si è resi conto ancora una volta che la quadratura del bilancio viene fatta a spese dei pazienti e dei professionisti del settore. Noi, come Aiop, a suo tempo avevamo evidenziato il problema insieme ad Aris; per fortuna ora lo hanno fatto anche i medici e ciò dimostra l'importanza del problema che sta vivendo questo settore della sanità.
Così non si può più andare avanti né come imprenditori né come medici. Il controllo necessario che dovrebbe essere fatto per la qualità e la tutela del paziente in questo modo non ha la funzione giusta. E' importante che venga sottolineata la protesta dei riabilitatori per il bene dei pazienti, dei medici e delle strutture. Nessuno deve sentirsi intimorito ma deve avere voce, denunciando ciò che non funziona e che dà una ulteriore spallata ad una realtà assai fragile come quella sanitaria.
Comunque - conclude la presidente Aiop Lazio - abbiamo coinvolto il presidente Zingaretti su questo tema e attendiamo una risposta". (OMNIROMA)

Leggi tutto
Inserito il 02 08, 2017

Faroni “Le nostre strutture di RSA offrono assistenza medica continua”

Leggi tutto
Inserito il 26 08, 2016

A seguito del devastante terremoto che ha colpito il Centro Italia, L'Aiop Lazio, che rappresenta 106 Case di Cura, di cui 84 accreditate, si è attivata per dare un contributo concreto a favore delle popolazioni colpite dal sisma. Grazie alla mobilitazione di tutti gli associati verranno consegnati alla Regione Lazio articoli quali:

antinfiammatori, garze sterili, pannolini, assorbenti, sacchi neri, carta igienica, carta mani, garze imbevute (Fitostimoline), fasce elastiche, cerotti, bende, lacrime artificiali per occhi, dentifrici, spazzolini, acqua ossigenata, guanti in lattice monouso, soluzioni fisiologiche, sacchi a pelo e coperte.

 

" L'AIOP Lazio vuole essere al fianco delle istituzioni locali e dei cittadini nei giorni dell'emergenza acuta come nella successiva fase della ricostruzione" spiega la presidente Jessica Veronica Faroni che aggiunge, "Siamo in costante contatto con la Regione Lazio alla quale abbiamo offerto la nostra massima disponibilità e pieno appoggio in un momento così tragico per il nostro Paese. A nome di tutti gli associati esprimo  il più profondo cordoglio ai familiari delle vittime del sisma che ha colpito il Centro Italia e solidarietà a tutti coloro che hanno subito danni e perdite".

 

Leggi tutto
Inserito il 05 07, 2016
FARONI “La Regione Lazio attivi le misure concordate per il ricovero in RSA con retta minore”

 Torna l’emergenza estate e anziani malati.

“Attenzione ai ricoveri negli ospizi e nelle case di riposo, lì non c’è assistenza sanitaria adeguata”.

Il grido d’allarme viene dalla Presidente dell’Aiop Lazio (Associazione Italiana Ospedalità Privata), la drssa Jessica Veronica Faroni che punta il dito contro la Regione Lazio “troppo lenta nell’ufficializzare accordi predeterminati risalenti a marzo scorso che riguardano le RSA”.

“L’estate porta con sé sempre il triste scenario della condizione di molti anziani malati che devono essere ricoverati perché i familiari partono per le vacanze e nessuno può occuparsi di loro. Molte famiglie, a causa delle rette elevate, si vedranno costrette a portare i propri anziani negli ospizi o nelle case di riposo e di conseguenza nei pronto soccorso affollati degli ospedali”, afferma Faroni.

“Le case di riposo hanno costi più accettabili e spesso le famiglie non hanno altra scelta – continua la Presidente dell’Aiop – Ma i rischi sono alti per quegli anziani che invece dovrebbero avere assistenza sanitaria, quindi cure reali e non solo avere il pranzo, la cena ed essere lavati”.

“Se la Regione Lazio avesse reso operativi gli accordi che risalgono a Marzo relativamente alle RSA, per i quali l’Aiop si è battuta per lungo tempo, che prevedevano il pagamento di una retta più bassa – spiega la Drssa Faroni – i ricoveri per gli anziani malati con varie patologie croniche nelle strutture sanitarie opportune sarebbero stati possibili. Anche questa estate molti anziani finiranno in fila nei pronto soccorso degli ospedali e negli ospizi a peggiorare la loro salute.   Nel nostro Paese non si può parlare sempre e solo di economia! Bisogna porre attenzione al sociale, cercando soluzioni che siano in grado di supportare il cittadino in difficoltà”.

Leggi tutto
12

Cerca nelle notizie

Sponsor